martedì 23 luglio 2013

..la stampa italiana e i media in toto auspicano ci siano disordini ..si spera che la gente provata dalla crisi scenda in piazza e le dia di santa ragione ai politici e ai palazzi;sarebbero felici di raccontare e filmare ore e ore di diretta .interviste e immaggini rivendute all'estero,cronisti di guerriglia o pseudorivoluzione..i casaleggi approvano e auspicano ,a dirla tutta i servizi segreti hanno lanciato l'allarme mesi fa ,certo i casaleggi non spiccano  certo per originalita .ma perchè noi italiani dovremmo scendere in piazza?in nome di quali nuove idee o persone? non vedo ne leggo idee nuove da nessuna parte neanche un piccolo Mazzini  all'orizzonte,niente nessun pensiero per  una nuova forma di stato ..la precarieta,la disoccupazione non sono validi motivi se nessuno ci soffia sopra idee che infiammino le coscienze.Anni fa ci abbiamo provato le notti della repubblica fatte di piombo fatte di stragi non sono serviti a nulla se non a rafforzare il qualunquismo democratico cristiano.la storia rivoluzionaria insegna che per cambiare le cose serve la mattanza ,una notte da lunghi coltelli la ghigliottina ,il Bruto della situazione .questi invece voglio disordini "pacifici"  stile G8 di Genova cose facili da raccontare e a basso rischio per la propria incolumita.Avremo l'autunno caldo classico..sara interessante vedere i sindacati in marcia contro Epifani ,un sindacalista che si dovra difendere dai sindacati,i soliti studenti contro qualche decisione del governo (sicuro qualche rinvio secondo il collaudato stile letta).Fara' per noi la rivoluzione Enrico Letta il restauratore della nuovo pensiero democratico di sinistra radical ,fara fuori berlusconi ,la lega ,renzi,poi si fara un partitino suo col suo bel listino... ci sara la ripresa  e la rivoluzione alla camomilla sara fatta.