domenica 30 giugno 2013

la fabbrica del distoglimento dalla realta' sempre al lavoro,chissa quale mistero ci sara dietro le foto di moro e su chi sapeva e non sapeva?sinceramente mi interessa niente ,(sarebbe piu utile al paese che il dibattito fosse sull'efficenza politica del governo letta).moro è stato ucciso per le sue visioni politiche ,come prima di lui tanti altri ,essendo moro della dc ed essendo stato ucciso da brigatisti di area sx ,non sara mai un martire,perchè si sa gli assassini di sx sono rivoluzionari e ,perchè la loro visione del mondo è giusta e quindi gli omicidi e le stragi di una certa parte sono cosa buona e giusta ,sarebbe corretto secondo alcune  visioni  del mondo che a via fani ci fosse una lapide con  su scritto: vittime di una strage comunista
.http://it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Bologna

 chi scrive evidenzia subito che la strage è opera di terroristi di estrema dx.
http://it.wikipedia.org/wiki/Aldo_Moro
 qui invece si scrive soltanto ad opera di brigatisti ,ci si dimentica che le br sono di estrema sx...gia almeno come definizione  visto
 gli  inizi nazional- socialisti di renato curcio ,
http://it.wikipedia.org/wiki/Renato_Curcio.

moro voleva un governo di unita nazionale col pci questo rapprentava un pericolo secondo il ns alleato piu grande ,finanziatore di movimenti estremistici di dx e sx per la destabilizzazione e successiva ristabilizzazione degli stati sotto la sua sfera di inflenza politica.quindi cosa dovevano fare i politici di allora? salvare moro e rompere con gli usa per passare nelle piu oscure sfere dell'allora urss?scelsero d rimanere fedele ai liberatori sacrificando moro ponendo fine anche alla "simpatia" che parte del popolo provava per il terrorismo ,ricordo che nelle piazze la domenica tutti parlavano del grande errore che fecero nell eliminare moro.e come successiva frase :io il voto ai comunisti la prossima volta non glielo do..